Russell Terrier Club

A+ A A-

Come toelettare il vostro Terrier

Come ben sanno i proprietari di Parson e Jack Russell, tutti i Terrier sono forniti di un mantello abbondante! La toelettatura ha quindi lo scopo di eliminare il pelo in eccesso e mantenerlo sempre nella condizione migliore, esaltando al tempo stesso le forme dell’animale. La qualità e la tessitura del mantello hanno un’importanza determinante anche nel parere del giudice in un’esposizione. 
La toelettatura si compone di tre distinte operazioni che possono, secondo le razze, essere abbinate o meno tra loro: grooming, stripping e trimming. Per avere un cane sempre in ordine grooming e trimming vanno eseguiti spesso, almeno ogni 10-15 giorni.

Naturalmente queste operazioni vengono svolte in modo diverso a seconda del tipo di pelo.

Le tipologie di pelo
Il pelo dei Terrier si può sostanzialmente dividere in tre tipologie:

  • pelo ruvido, composto da sottopelo morbido, fine e folto e mantello di copertura grosso, dritto e duro. Questo tipo di pelo è resistente all’acqua, quindi impermeabile, protegge il cane dai rovi e dalla vegetazione tipica del sottobosco e in qualche misura dagli attacchi degli animali selvatici. È un mantello che si trova di preferenza nei Terrier da caccia, sia a zampa lunga che a zampa corta. Su tutti questi Terrier la toelettatura deve essere praticata esclusivamente con lo stripping;
  • pelo liscio, è un pelo semplice, vale a dire unico e non composto, e cioè senza sottopelo. Tale tipo di pelo è corto, dritto, fitto e uniforme e morbido al tatto. La toelettatura, molto moderata, va eseguita con forbice dentata per eliminare i ciuffi disordinati da zampe, coda e collo. Lo scopo è quello di dare un’impressione di totale naturalezza e di ordine nel disegno generale del cane;
  • pelo broken, è un tipo di pelo che non è né liscio, né ruvido. Il termine broken, che significa letteralmente “rotto, spezzato”, può essere reso in italiano con la definizione semiduro. È un pelo semilungo e vagamente arruffato, di consistenza ruvida; può non essere completamente dritto, ma non è mai lanoso. La toelettatura va eseguita con uno stripping leggero, senza mai mettere il cane a nudo. Anche qui è importante dare un’impressione di naturalezza e non di artificiosità.

Gli strumenti
L’acquisto degli strumenti è importantissimo e va fatto senza risparmiare. Acquistate oggetti della migliore qualità, vi dureranno anni e sarete soddisfatti del risultato. L’attrezzatura consiste di:

  • spazzola tipo da capelli con aghi metallici (per tutti i tipi di pelo),
  • spazzola tipo cardatore con aghi metallici fini e ricurvi (per tutti i tipi di pelo),
  • pettine di metallo a denti radi (per tutti i tipi di pelo),
  • forbice dentata con ambedue le lame dentate (per tutti i tipi di pelo),
  • forbice dentata con una lama dentata e una liscia (per tutti i tipi di pelo),
  • forbice da parrucchiere di prima qualità (per tutti i tipi di pelo),
  • macchinetta tosatrice a mano o elettrica (per tutti i tipi di pelo),
  • coltellino da stripping a denti medi (per pelo ruvido e broken),
  • coltellino da stripping a denti stretti (per pelo ruvido e broken).
  • I coltellini da stripping non devono tagliare il pelo, ma strapparlo e pertanto non devono avere incorporata una lametta. I migliori sono quelli di acciaio fatti a mano.

Un altro importante accessorio per la toelettatura è il tavolo, la cui altezza deve essere comoda per il toelettatore.

Il cane deve starvi in piedi e pertanto il piano deve essere ricoperto da un foglio di gomma antiscivolo. Al tavolo è abbinata un’asta metallica regolabile da cui pende un guinzaglio corto, che serve a mantenere il cane fermo durante la toelettatura.

La toelettatura
Il grooming
La manutenzione del Terrier, in particolare di quelli a pelo ruvido, morbido e setoso, deve essere regolare e continua. Il grooming, che va eseguito fin dalla più tenera età, consiste nella combinazione di spazzolare e pettinare sistematicamente e a fondo il cane per eliminare il pelo morto, impedire la formazione di nodi e favorire la crescita di un pelo forte, mantenendolo nello stesso tempo pulito. Va eseguito usando prima la spazzola n. 1 e poi il pettine. Nei Terrier a pelo ruvido successivamente si usa la spazzola n. 2, prima nel verso del pelo e poi contropelo. Quest’ultima spazzola va usata con precauzione sulla barba e sulle sopracciglia, perché può rompere il pelo, ma con energia sul corpo, sulle zampe e sotto le ascelle.

Lo stripping
Il verbo inglese to strip significa letteralmente “strappare”. Lo stripping si pratica su tutti i Terrier a pelo ruvido, serve a mantenere la naturale consistenza del pelo e consiste nell’eliminazione a strappo del pelo morto o troppo lungo, permettendo così il rafforzamento del mantello e la ricrescita di pelo nuovo. Ricordate che i cuccioli di età inferiore a 4-5 mesi non vanno mai strippati!
Il pelo pronto da strippare è grosso, consistente e ruvido al tatto, con una lunghezza di 5-6 cm. Lo stripping si può effettuare sia con gli appositi coltellini, sia con le dita. Nel primo caso, dopo avere spazzolato il cane a lungo, si passa il coltellino di piatto per eliminare il sottopelo in eccesso, stando attenti a non ferire la cute dell’animale. Eliminato il grosso del sottopelo si passa allo stripping vero e proprio: si parte prendendo piccole ciocche di pelo verso la cima e strappandole con colpi brevi e decisi. L’altra mano deve tener tesa la pelle del cane nella zona in cui si strippa, sia per procedere speditamente sia per procurare il minor fastidio possibile al cane stesso. Si parte generalmente dalla testa per finire con la coda, lavorando in successione i lati del collo, i fianchi, le cosce ecc. È buona regola terminare una parte del corpo prima di passare a un’altra.
La stessa tecnica si può usare con le dita, strappando piccoli ciuffi di pelo. Il coltellino più fine è usato nei Terrier a pelo ruvido che devono essere strippati anche sulla testa e sulle orecchie e per effettuare le rifiniture. Appena strippato il cane si presenta in sottopelo, che è corto e morbido. Dopo poche settimane il pelo vero, duro e setoloso, ricrescerà e nel giro di due mesi il vostro cane sarà al top della condizione. È importante sapere che lo stripping va sempre praticato nel verso del pelo e mai contropelo.

Il trimming
È la terza fase della toelettatura e si fa su tutti i tipi di Terrier. Serve a conservare il mantello del cane sempre in buone condizioni, a rendere omogenee tra loro tutte le parti già trattate e a rifinire esteticamente e con precisione il corpo dell’animale. Con il trimming si rendono invisibili le linee di demarcazione fra parte rasata, parte strippata lunga e corta e parte tagliata a forbice; lo si può quindi intendere come una operazione di rifinitura.
In molti Terrier a una o più delle operazioni descritte si abbina anche la rasatura di parti più delicate, come la gola, la testa, le orecchie e la zona anale. Nei Terrier a pelo morbido e liscio si usano soltanto le forbici, mentre nei Terrier a pelo ruvido e broken il trimming viene eseguito con l’uso di coltellino da stripping, forbici dentate e forbici da parrucchiere. Alcuni toelettatori si servono anche del rasoio, ma se ne sconsiglia l’uso ai non esperti. Il trimming serve inoltre a ripulire il contorno delle orecchie, della coda, delle zampe e, nei cani a pelo ruvido, a pareggiare eventuali frange del mantello troppo lunghe.

Il bagno
Lavate il vostro Parson o Jack Russell Terrier solamente quando è davvero sporco! I lavaggi troppo frequenti ammorbidiscono eccessivamente il pelo rendendolo privo di consistenza. Utilizzate esclusivamente shampoo e condizionatori per cani, diversi a seconda del tipo di pelo. Chi ha un Terrier a pelo ruvido deve quindi acquistare uno shampoo adatto a quel tipo di pelo e chi ha un Terrier a pelo morbido o setoso deve comprare uno shampoo nutriente ed emolliente e usare obbligatoriamente il condizionatore (o balsamo).

I cuccioli non vanno lavati spesso per evitare infreddature, almeno fino alla seconda vaccinazione, ma esistono in commercio shampoo a secco o lozioni che sopperiscono bene al bagno vero e proprio. Il Terrier a pelo ruvido deve essere strippato prima del bagno e mai viceversa. È necessario eseguire un’asciugatura completa sia per salvaguardare la salute del cane, soprattutto durante l’inverno, sia per evitare ondulazioni del pelo indesiderate. Il phon non deve emettere aria troppo calda che disturba il cane e inoltre può bruciare il pelo.

Maria Teresa Amoroso

Login or Register

Facebook user?

You can use your Facebook account to sign into our site.

fb iconLog in with Facebook

LOG IN

Register

or Annulla

Il nostro sito utilizza i cookies per migliorare la vostra navigazione. Se desiderate maggiori informazioni sui cookie e come controllarne l'abilitazione tramite impostazioni del browser visitate la nostra Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsentite all’uso dei cookie

EU Cookie Directive Plugin Information