Russell Terrier Club

A+ A A-

Disc dog

Clicca sull'immagine 

Il disc dog è uno sport che unisce molte specialità diverse, che hanno in comune il mettersi alla prova del conduttore e del cane nella loro abilità di prendere e lanciare il frisbee (o disc). Tra le più importanti ci sono i lanci a distanza, i lanci a bersaglio e il freestyle, sicuramente la più conosciuta e spettacolare.

Lo sport ha avuto i suoi inizi negli anni 1970, parallelamente alla crescita della popolarità del frisbee. Il momento decisivo arrivò il 4 agosto 1974 quando Alex Stein, uno studente di 19 anni dell’Ohio, e il suo cane Ashley Whippet saltarono la recinzione del Dodger Stadium di Los Angeles durante una partita di baseball fra i Los Angeles Dodgers e i Cincinnati Reds, in piena diretta televisiva. Stein aveva con sé un paio di dischi, che lanciò al cane. Ashley lasciò il pubblico senza fiato per le sue prese e le sue corse e la partita fu interrotta. Alla fine, dopo 8 minuti, cane e proprietario furono scortati fuori dal campo, ma la loro esibizione su una rete nazionale accese definitivamente l’interesse per questo sport. In seguito, Ashley Whippet (lo Whippet è un tipo di levriero) sarà per ben tre volte vincitore del Campionato mondiale di frisbee, nel 1975, 1976 e 1977.

La veloce crescita di questo sport ha portato alla nascita di diverse federazioni, tra le quali si possono citare la SkyHoundz, la UFO, la USDDN (US Disc Dog Nationals), tutte statunitensi, e la FIDD (Federazione Italiana Disc Dog).

La FIDD è nata nel 2009 per promuovere lo sport del frisbee con il cane e coordinarne l’attività sul territorio nazionale al fine di creare una comunità di entusiasti disc doggers. La Federazione non ha fini di lucro e si occupa di entrambi gli ambiti che compongono il disc dog: la tecnica del disco e l’universo cinofilo, che si concretizzano in competizioni, manifestazioni e iniziative formative a tema.

Attualmente in Italia sono poche le scuole in cui si insegna il disc dog, anche se negli ultimi tempi alcuni centri cinofili hanno iniziato a organizzare periodicamente degli stage o degli incontri tenuti da personale qualificato, che permettano di conoscere la disciplina e imparare le basi da cui partire per crescere e migliorare.

È importante ricordare che, con le dovute accortezze, questo sport può essere praticato da molti cani. L’importante è rispettare sempre la fisiologia e la condizione fisica dell’animale e non chiedere mai più di quanto lui possa offrire in termini di capacità e salute.

Un altro elemento importante è quello della scelta del frisbee adatto a praticare questa disciplina. Esistono infatti degli specifici dischi per cani (di diverse tipologie a seconda del cane e della disciplina), che purtroppo oggi in Italia sono ancora difficili da trovare. Non si possono usare i dischi in gomma morbida che si trovano nei petshop oppure quelli di plastica rigida per umani, pena il rischio di far del male al cane. La Federazione Italiana Disc Dog si fa importare appositamente i dischi dagli Stati Uniti. Chiunque sia interessato può quindi rivolgersi alla Federazione per chiedere consiglio sui dischi più adatti al proprio cane.

Regolamento generale

L’attività di disc dog consiste nel lanciare dischi adatti ai cani, i quali devono prenderli al volo prima che gli stessi tocchino terra.

Ai fini della sicurezza la Federazione redige un elenco dei marchi di dischi comunemente riconosciuti e accettati; i dischi non compresi in tale elenco dovranno essere approvati in sede di gara dai giudici, a loro insindacabile giudizio. Nel caso i dischi portati dal concorrente risultassero non accettabili, dischi corretti verranno forniti gratuitamente dall’organizzazione e in caso di danneggiamento dovranno venire rimborsati.

Le società iscritte alla Federazione si impegnano a utilizzare tali dischi anche durante gli allenamenti e i corsi, ai fini di promuovere una corretta diffusione dei principi che regolano la disciplina. Si impegnano quindi a evitare qualsiasi tipologia di disco che possa nuocere alla salute del cane sia per la sua consistenza sia per il modo di volare.

Nelle gare vengono proposte tre specialità:

1. Lanci a distanza (Distance Accurancy)
Nelle competizioni organizzate dalla FIDD a livello italiano non è prevista la manche obbligatoria di Distance/Accurancy, ma nel caso di organizzazione di eventi riconosciuti da una delle maggiori federazioni straniere (Skyhoundz, UFO, USDDN) saranno utilizzati i rispettivi regolamenti.

In un campo di 20 per 50 metri ogni concorrente ha 60 secondi di tempo per lanciare il disco. Per ottenere punti il cane deve prendere il disco senza toccare terra ad almeno 10 metri dalla linea di lancio. Se al momento della presa il cane ha tutte e quattro le zampe sospese per aria, si prende mezzo punto supplementare. Se il cane atterra con le zampe anteriori in una zona e le posteriori in un’altra verrà considerata valida la zona più vicina al conduttore. Durante il tempo previsto si possono fare quanti più lanci possibili. Al momento di inizio del tempo (indicato dallo speaker) il conduttore e il cane devono trovarsi dietro una linea disegnata sul terreno. Se il cane partirà prima del via, si azzererà il tempo. Dopo il lancio il conduttore potrà superare tale linea. I punti sono così ripartiti: 1 punto fra 10 e 20 metri, 2 punti fra 20 e 30 metri, 3 punti fra 30 e 40 metri, 5 punti fra 40 e 50 metri. Sono previsti due round di gara. Il punteggio finale è dato dalla somma del 1° e del 2° round.

2. Lanci a bersaglio (Dartbee)
Viene disegnato a terra un bersaglio composto da quattro cerchi concentrici. Il più largo ha un diametro di 6,5 metri, il terzo di 4,5 metri, il secondo di 2,5 metri e il centro ha un diametro di 0,5 metri. Il conduttore effettua tre lanci. Si sommano i punti ottenuti dal cane che prende il disco e atterra con l’anteriore in uno dei cerchi. 
Ai fini del punteggio conta il settore in cui il cane, dopo aver afferrato il disco, atterra con le zampe anteriori. In caso di dubbio si prende per valido sempre il punteggio inferiore. La 4a zona, ossia quella tra il 3° e il 4° cerchio, vale 10 punti. La 3a zona, ossia quella tra il 2° e il 3° cerchio, vale 30 punti. La 2a zona, ossia quella tra il 1° e il 2° cerchio, vale 50 punti. La 1a zona, ossia quella interna al 1° cerchio, vale 100 punti (anche se toccata con una sola zampa anteriore). In caso di pareggio ciascun team eseguirà un lancio e vincerà chi otterrà il punteggio più alto. Si continua fino a che non rimane un solo team.

3. Freestyle 
Nello stesso campo della prova di lanci a distanza (o in un campo di almeno 15x15 metri) il conduttore, con il supporto di un brano musicale, può effettuare delle evoluzioni, che comprendono stili di lanci diversi, salti e prese volanti. Il tempo minimo dell’esibizione è di 60 secondi e il massimo di 2 minuti. La valutazione prevede 4 parametri per un totale di 40 punti, assegnati con un giudizio da 1 a 10 punti per ciascun parametro. I parametri sono: presentazione, atleticità, effetto sorpresa, successo.

  • Presentazione: presentazione del team volta al godimento del pubblico, con coreografie emozionanti, lanci continui, buona gestione dei dischi e transizioni dolci.
  • Atleticità: intensità e atleticità nel prendere i dischi, trick uniti insieme alla velocità del cane, prontezza e abilità di salto relativamente alla razza e alla stazza del cane e alla sua abilità di controllo del corpo durante la competizione.
  • Effetto sorpresa: abilità di concludere vari trick o movimenti difficoltosi, incluso prendere svariati dischi con velocità e direzioni diverse. Anche la presentazione di un movimento completamente nuovo o l’esecuzione innovativa di un esercizio già precedentemente mostrato possono dare punteggi più alti in questa categoria.
  • Successo: capacità di un team di portare a termine una specifica coreografia con particolare attenzione alla difficoltà dei lanci, delle prese e degli esercizi. Il punteggio di successo di un team andrà a condizionare e sarà condizionato anche dalle altre tre categorie. Una routine difficile portata a termine senza errori verrà giudicata meglio di una routine pulita ma più semplice sempre portata a termine senza errori. Ugualmente se due concorrenti si esibiranno con coreografie simili per difficoltà, il concorrente che farà meno errori riceverà un punteggio più alto anche nell’effetto sorpresa.

Si possono prevedere diversi tipi di classi, come per esempio cani piccoli, novizi, ragazzi, esperti, campioni, cuccioli, ecc. Gli organizzatori degli eventi possono inoltre proporre altre discipline purché rispettose dei principi emanati. I regolamenti devono essere pubblici e facilmente accessibili a tutti i partecipanti.

Lo scopo principale è quello di coinvolgere i cani e i loro conduttori in un’attività divertente, dinamica e appagante per entrambi in totale sicurezza.

Particolare attenzione viene data al benessere del cane, per cui evoluzioni che possono rappresentare un pericolo per il cane non sono ammesse e possono portare a squalifica.

I giudici e i commissari di gara devono prevedere e consentire un adeguato tempo di recupero quando si evidenzia un affaticamento dei cani. Ai giudici sono richieste inoltre massima severità e velocità di intervento per qualsiasi evento/manovra/situazione che possa portare pericolo al cane o al conduttore o recare discredito alla disciplina stessa.

Le gare sono aperte a tutti i cani di qualsiasi sesso o razza, purché in buone condizioni fisiche e accompagnati da certificato medico di buona e robusta costituzione emesso al massimo 30 giorni prima della gara. Se tale certificato è accompagnato da certificazione di esenzione da patologie osteo-articolari ha validità di un anno.

Il proprietario ha la responsabilità di monitorare il benessere del suo cane ed eventualmente di ritirarlo dalla gara nel caso non sia nelle condizioni fisiche per sostenerla. I giudici possono decidere di escludere un cane dalla gara, a loro insindacabile giudizio, nel caso ritengano che non sia nelle condizioni di sostenerla.

I conduttori si assumono la responsabilità per danni a cose, persone e animali arrecati dalla propria persona o dai propri cani.

È vietata qualsiasi forma di violenza nei confronti del cane. Chiunque venga sorpreso a tenere un atteggiamento non corretto (anche nei dintorni del campo di gara) verrà allontanato dalla competizione stessa.

Durante la gara il cane dovrà essere lasciato libero, sono vietati guinzagli, collari, pettorine e qualsiasi forma di decorazione. Sono permessi i soli collari antiparassitari.
Il disc dog è una disciplina dedicata alle famiglie, ai cani e allo sport. È quindi vietato tenere atteggiamenti scorretti o utilizzare un linguaggio improprio; le musiche scelte non dovranno contenere parole di insulto a credi religiosi, politici o alla comune morale.

Login or Register

Facebook user?

You can use your Facebook account to sign into our site.

fb iconLog in with Facebook

LOG IN

Register

or Annulla

Il nostro sito utilizza i cookies per migliorare la vostra navigazione. Se desiderate maggiori informazioni sui cookie e come controllarne l'abilitazione tramite impostazioni del browser visitate la nostra Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsentite all’uso dei cookie

EU Cookie Directive Plugin Information